Tra le misure previste dal Decreto Sostegni bis c’è l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale fino al 31 dicembre 2022 per i giovani under 36.

Per le vendite soggette ad IVA, viene invece riconosciuto un credito d’imposta di pari importo.

A seguire i requisiti richiesti:

  • chi richiede mutuo o sarà intestatario dell’immobile deve avere meno di 36 anni
  • devono avere reddito ISEE inferiore a 40.000 euro per nucleo familiare o 40.000 euro a persona se non conviventi

(in atto sarà inserita un’autodichiarazione quindi non devono produrre alcuna documentazione in merito)

  • si applica per l’acquisto prima casa (escluse A1/A8/A9)
  • se acquisto da privati non vengono pagate imposte di registro, ipotecarie e catastali
  • se acquisto da costruttore viene riconosciuto un credito pari all’iva che viene versata da scalare in dichiarazione dei redditi l’anno successivo
  • se in presenza di credito d’imposta si sceglie se applicare quest’ultimo o il nuovo decreto legge, non si possono applicare entrambi
  • se l’acquisto viene fatto da più persone solo la persona sotto i 36 anni ha diritto all’esenzione delle imposte che verranno calcolate in proporzione ia vai acquirenti
  • si applica per mutuo acquisto/ristrutturazione/costruzione prima cas* non viene pagata l’imposta sostituiva pari allo 0,25%